fbpx
  • Via F. Cassiani, 121 - Spezzano Albanese (CS)

ANTIRIFLESSO E BLUEBLOCK: I TRATTAMENTI CHE PROTEGGONO L’OCCHIO.

Quando ci si reca a comprare un nuovo paio di occhiali, una domanda di routine che l’ottico pone riguarda l’antiriflesso delle lenti. Purtroppo non tutti richiedono o acconsentono al trattamento, arrecando in questo modo dei considerevoli danni ai propri occhi.

L’antiriflesso è un trattamento che viene applicato alle lenti tramite una patina trasparente molto fine che riduce l’affaticamento della vista, permettendo una visuale nitida e un’immagine maggiormente luminosa; in più, oltre a eliminare i riflessi prodotti dalla luce (sia naturale che artificiale), dona alle lenti un aspetto quasi del tutto invisibile.

È bene sapere che non esiste un solo tipo di antiriflesso e, in base alle esigenze, si potrà optare per quello più congeniale alla propria vista. È sempre consigliabile affidarsi al parere dei professionisti che, in base allo stile di vita condotto dal cliente, sapranno suggerire quanti strati di antiriflesso sarà opportuno applicare: più strati di trattamento saranno presenti sulle lenti, più riflessi si potranno annullare. Perciò, se si passano molte ore all’aperto o davanti agli schermi di vario genere, sarà opportuno provvedere ad applicare un antiriflesso in grado di proteggere gli occhi dalla luce naturale o artificiale – in quest’ultimo caso è particolarmente consigliato il Blueblock, un trattamento specifico che protegge dai raggi di luce blu ampiamente emanati dagli schermi e che l’occhio non è in grado di bloccare al 100%, evitando così che a lungo andare la vista cada in quello che viene definito affaticamento digitale.

L’antiriflesso, quindi, viene utilizzato non solo per una questione pratica ma anche per migliorare e rilassare la vista, impedendo all’occhio di creare delle irritanti macchie luminose – anche dette immagini fantasma – che contribuirebbero sicuramente alla stanchezza visiva e a tutte le conseguenze che si porta dietro (mal di testa, arrossamento, bruciore e pesantezza dell’occhio). Ma attenzione: affinché il trattamento funzioni, bisogna assicurarsi che venga applicato sia anteriormente che posteriormente alle lenti. Una volta sicuri di quest’ultimo accorgimento, non resta che iniziare a guardare il mondo con lenti nuove, limpide e sicure!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*